HOME

Andiamo incontro al disastro, perciò serve il tuo impegno!

L’emergenza del COVID19 ha messo a nudo alcune cose:
  • Inettitudine dell’intera classe politica a gestire un’ emergenza sanitaria ed economica, pressappochismo, ignoranza ed incompetenza nella gestione della situazione con gravissime conseguenze sul tessuto socio economico.
  • Totale asservimento ad interessi che fanno capo a soggetti politici ed economici nemici del popolo italiano, come i gruppi di potere facenti capo al Club Bilderberg, Aspen Institute, gruppi bancari internazionali, che hanno interesse che l’Italia fallisca in modo da potersene appropriare e sfruttarla come colonia.

Riprendiamoci La Sovranità Monetaria!

L'Euro si è rivelato strumento di dittatura. Uno degli elementi fondanti di uno stato è la sovranità. Nel momento in cui si è deciso di mettere nelle mani della BCE l’emissione della moneta con cui si effettuano gli scambi si è commesso un gravissimo atto di lesione all’integrità dello Stato Italiano. Mentre alcuni paesi dell’Europa si sono avvantaggiati a scapito dei paesi dell’area mediterranea, la moneta unica si è rivelata uno strumento di grave influenza delle politiche economiche dei paesi piu’ deboli, di condizionamento politico e sociale, se non addirittura di conquista di questi ultimi relegandoli allo stato di colonia, come purtroppo è successo alla Grecia.

Ritorno ad una politica onesta

Il Popolo si riprende il Paese! L’ emergenza derivata dal contagio del COVID19 ha messo a nudo l’ incapacità dei politici italiani, di porre rimedio alle gravissime difficoltà della crisi. Mentre in altri paesi i governi hanno messo in campo liquidità monetaria in difesa di famiglie ed imprese, in Italia abbiamo assistito a tutta una serie di promesse inconsistenti da parte di un governo completamente asservito ad interessi stranieri. Dopo trent’anni di alternanza tra centrodestra e centrosinistra è evidente che sono tutti collusi coi cosiddetti “poteri forti”. E’ quindi di vitale importanza per la sopravvivenza stessa dell’ Italia come nazione, liberarsi di questa classe politica scendendo in piazza.